Pagina 1 di 3

prime prove 2

MessaggioInviato: 22/04/2011, 0:57
da urbinati
Oggi decido di andare sul mio fiume,il marecchia all'altezza di ponte messa,ci sono passato due giorni fà in moto e ho notato parecchi cavedani che bollavano in una buca sotto una cascatella verso mezzogiorno.
Parto con calma verso le dieci in scooter con tutta l'attrezzatura.Il viaggio mi mette di buon umore:canna fissata sul parabrezza,giacchetto e mulinello nel bauletto.Il paesaggio mi scorre attorno,è molto bello nonostante conosca a memoria ogni curva:è la sp258 marecchiese conosciuta come passo di viamaggio fatta tante volte in moto a buona velocità senza gustarmi il paesaggio ma non oggi;oggi non ho fretta e non sono qui per 'piegare' in moto(l'altra mia passione).
Arrivato al posto sceltomonto l'attrezzatura e scendo un km mpiù a valle.Sono solo sul fiume come piace a me,comincio con qualche lancio per scaldarmi e noto che il finale a nodi che mi sono costruito non è un gran chè causa uno 0.50 e 0.40 scadenti e rigidi come la spranga! Comunque insisto e a ridosso di una roccia noto dei pesci dove c'è pochissima corrente.Penso siano cavedani,così entro in acqua con molta calma per non spaventarli e scelta la giusta posizione mi accendo una sigarettatanto per farli calmare.Lancio e già sono soddisfatto poichè la mosca si posa dove volevo,un pesce sale si mette sotto la mosca,una royal wulff e dopo averla osservata decide che non è di suo gradimento.Non dispero,cambio il tip e passo a uno 0.12 e monto un'altra mosca.Aspetto qualche minuto e stessa scena,il pesce sale,si posiziona vicino la mosca ma questa volta attacca,ferro e qualcosacombatte all'altro capo della lenza.Con calma recupero ma non vedo i riflessi argentei del cavedano ma una sagoma gialla affora,ci sono dei bolli rossi sul suo fianco è una fario che non mi aspettavo che mi riempie di soddisfazione:slamo la trota e la rilascio al suo ambiente.Mi sento bene,appagato e in armonia con l'ambiente ce mi circonda.
Non mi muovo dall'acqua,mangio una brioches e un'altra sigaretta e noto una schiusa di insetti che non so riconoscere,chiderò ad Alfeo,comunque monto una mosca che a mio giudizio dovrebbe imitarla;intanto qualche pesce inizia il pranzo con gli insetti appena schiusi;quindi decido di ritentare nella stessa zona.Al primo tentativo la mosca viene ghermita con decisione e dopo la ferrata mi trovo a dare coda a un pesca ancora più combattivo di prima:non ci credo! un'altra fario di buone dimensioni e dal carattere vivace mi impegna nel recupero.E' veramente bella e dopo una foto(in acqua)la libero.
Smetto di pescare,avrei ancora tempo ma la giornata è de ricordare così e non sento il bisogno di catturare di più,forse un'altra volta.
Spero di non avervi annoiato,ma ci tenevo a condividere le emozioni da principiante che ho provato oggi e grazie ancora alla scuola che ha reso possibile una giornata così.
A presto Enrico

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 22/04/2011, 6:31
da guglielmo
...........che dire.............l'essenza della pesca a mosca, senza stress e senza pretese!!!

vorrei che il tuo racconto lo leggessero pescatori che incontro spesso e che si lamentano sempre..............bravo!!!

guglielmo

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 22/04/2011, 7:42
da Aqualong
Però fuma di meno o per niente.

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 22/04/2011, 10:17
da fiorenzo.mussi
Mi hai fatto ringiovanire di 53 anni, quando stavo a Rimini durante il periodo estivo, ospite dei miei cugini, Vittorio e Gino Corcelli, e andavo a pescare sul Marecchia in Bicicletta.
Ovviamente non arrivavo che ad una ventina di kilometri da Rimini, ma le fario c'erano.

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 22/04/2011, 13:02
da Lucio Santoni
..ricominciare dall'inizio,da queste semplici soddisfazioni,ci aiuteranno a disintossicarci.Io vado spesso con Alfeo,lui vuole fare sempre la strada più lenta,più panoramica,una volta sul fiume racccoglie gli insetti,fotografa,osserva,ammira e si compiace del luogo,insomma le catture vengono sempre ..dopo..se vengono, sennò sarà per la prossima volta.
Complimenti..
Lucio

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 29/04/2011, 14:30
da Jedi
Sei entrato nel fiume in punta di piedi, come se non volessi disturbare, e hai sottratto soltanto emozioni.
Poi te ne sei andato quasi chiedendo scusa.
Bravo Enrico.
Giorgio

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 29/04/2011, 15:05
da dariob
...è bello leggere cose così...
Grazie Enrico.

Dario

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 16/04/2012, 18:16
da Alfeo
Ciao Enrico, io non sono amante del PC, non mi piacciono le cose virtuali. Sono felice xchè riesco a trasferire le mie emozioni. Mi conforta che hai appreso le cose essenziali della vita e della disciplina sportiva. L'ambiente che ci circonda "ancora", sappiamo entrambi che l'80% dei pescatori a mosca non la vedono sotto questa ottica. L'unico scopo di questi signori, che approdono alla pesca a mosca, è solo x le catture, come sono sono pur che sia. Sui ns. fiumi e torrenti è una sfilata di moda, si, perchè oggi i negozianti di pesca sportiva, i loro introiti sono sui vestiti, sembrano tutti modelli che sponsorizzano le varie case costruttrici. Mi fermo!!!
Ciao a presto Alfeo :D

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 16/07/2012, 9:48
da urbinati
sentino1.jpg
alcuni insetti del sentino
sentino1.jpg (185.05 KiB) Osservato 18061 volte
sentino1.jpg
alcuni insetti del sentino
sentino1.jpg (185.05 KiB) Osservato 18061 volte
Ultimamente sono stato più volte a pesca sul torrente sentino battendo tratti diversi del fiume.Il posto è incantevole e parecchio selvaggio,infatti i lanci non sono proprio agevoli ma come mi dice Alfeo è una buona palestra per migliorare nel lancio,infatti o fai le cose come si deve(o quasi) oppure passi il tempo a togliere le mosche dai rami! Le catture non sono mancate con trote fino a 30cm o poco più ma visto l'ambiente e un bel risultato.gli insetti non mancano ma non solo quelli,infatti ciò che mi è piaciuto del luogo sono stati gli incontri inaspettati;la prima volta con Alfeo ci ha attraversato il torrente una faina,la seconda volta finita la pesca ero sulla strada del ritorno quando o visto un daino femmina a dieci metri da me che si muoveva ma non si allontanava e in seguito dei versi strani,ho posato la canna a bordo strada e mi sono arrampicato sulla collina per dare un'occhiata e con mio stupore ho visto un cucciolo(si un bambi) separato dalla mamma da una rete metallica che essendosi rotta aveva creato una trappola per il piccolo;per farla breve sono riuscito a prenderlo,non senza prendermi un paio di calci negli stinchi,liberarlo mentre la mamma non era scappata ma si era allontanata di una quindicina di metri in attesa del cucciolo.Devo dire che è stata una grande emozione.
Invece l'ultima volta che ci sono stato ho pescato in compagnia di una biscia dal collare che mentre io lanciavo lei stava a due metri a bordo fiume sperando anche lei in una cattura.Lo stesso giorno ho trovato una tartaruga di terra.
Questi piacevoli eventi poco centrano con la pesca ma contribuiscono a rendere ogni uscita di pesca un ricordo indelebile.Almeno per me è così

Re: prime prove 2

MessaggioInviato: 16/07/2012, 19:01
da Pietro Lucchini
Ciao...
Non ho competenze in entomologia se non superficiali e rischierei di dire grosse inesattezze se mi sbilanciassi oltre il dovuto, però si tratta di mosche comuni nei nostri torrenti e penso di poterti dare alcune indicazioni di massima.
Hai raccolto un plecottero di grosse dimensioni ( perla marginata? dinocras? Aiuto Alfeo!!! ;) ) tanto nello stadio larvale che in quello adulto.
L'altro insetto, quello che hai raccolto presso Isola Fossara, è una sialide..